Wavy bob: cosa è e come farlo

Il Wavy bob è un tipo di taglio a caschetto, molto alla moda. Può essere scalato corto, lungo, con ciuffi o con la frangia che può essere abbinata con vari tipi di stile. Non passa mai di moda, infatti anche quest’anno rappresenta un must per coloro che vogliono avere un taglio di tendenza.

Wavy bob

Cosa è

Il Wavy bob è un taglio davvero sorprendente. Infatti, parliamo di un caschetto (in inglese “bob”). Si chiamava “wavy” perché è mosso, ovvero ondulato. Molto spesso si conosce anche con il nome di Wob perché è un caschetto mosso, un taglio comodo, con uno stile molto naturale perché i capelli sono in movimento ma è un’acconciatura corta o medio corta.

Come si fa

Si tratta di un tipo di caschetto che si può fare in tre modi diversi in base ai tipi di capelli. Con i capelli lisci potete realizzarlo con un arricciacapelli con un diametro largo. Altrimenti potete usare una piastra con le onde. Diversamente, per chi ha i capelli mossi, si può utilizzare il phon magari sui capelli leggermente bagnati, applicando un po’ di schiuma per definire i ricci prima di asciugarli. Con i capelli ricci, si può utilizzare invece, un phon o una piastra con le onde: è importante fare in modo che i capelli siano asciutti per usare la piastra o che si metta una crema stylist per chi usa il phon per creare delle onde sulle lunghezze. Il risultato sarà garantito anche molto rapidamente!

Gli strumenti necessari

Per fare un Wavy Bob, gli strumenti necessari sono appunto la piastra ed il phon. A seconda del tipo di capelli scegliete poi l’accessorio giusto. Quello che è certo è che il risultato sarà sicuramente positivo se lo strumento sarà usato in maniera corretta. Si possono fare onde in maniera più o meno naturale o delle onde più o meno marcate. Con questo stile, tra riccio e mosso leggero, il vostro sarà sicuramente un taglio trendy. Per i capelli più lunghi è obbligatorio l’utilizzo della piastra ma in generale per chi ha i capelli mossi, basta un asciugacapelli professionale per ottenere l’effetto movimento desiderato.

Condividi sui social

Lascia un commento