Shatush: cos’è, costi ed il fai da te

Cos’è lo Shatush?

Lo shatush è una tecnica di decolorazione dei capelli ideata da Aldo Coppola nel 2011, è una tecnica molto recente considerando che si è diffusa in Italia solo 19 anni fa. 
Nonostante le radici di questa tecnica siano italiane, essa ormai si è diffusa anche sul piano internazionale. 

Come viene fatto lo shatush dal parrucchiere?

La shatush è una tecnica di decolorazione dei capelli, essi vengono schiariti di alcune tonalità. La schiaritura non viene fatta in modo omogeneo, essa è concentrata sulle lunghezze e sulle punte, questo per avere un risultato di schiaritura naturale e non troppo forzata.
Il primo passo è la cotonatura dei capelli che li renderà voluminosi.
Attraverso la cotonatura sarà possibile ottenere riflessi irregolari che sembreranno il risultato naturale di una lunga esposizione solare. 
Dopo aver cotonato i capelli si passa all’applicazione del decolorante sulla chioma. 
I capelli vengono divisi in sezioni e il prodotto schiarente viene applicato sulle diverse ciocche, dalla radice alle punte. 
Sulle lunghezze l’applicazione del decolorante sarà più consistente, ciò renderà più evidente il contrasto cromatico al termine dell’asciugatura.

Qual è il risultato finale?

In realtà non c’è un risultato finale a cui possiamo puntare o un colore di destinazione che possiamo scegliere, esso dipenderà dal colore di partenza dei nostri capelli. 
Lo shatush capelli viene fatto con un prodotto che non è un vero e proprio colore; la tecnica dello shatush viene effettuata attraverso un decolorante che si limita a schiarire di qualche tono il nostro colore naturale e questo permetterà di ottenere un risultato personalizzato a seconda del colore base delle singole chiome. 

La differenza tra Shatush e Balayage

Entrambe sono tecniche di decolorazione dei capelli bisogna sapere però che l’applicazione del prodotto schiarente nelle due tecniche non viene effettuata in modo uguale. 
Nello Shatush le ciocche vengono cotonate, separate e decolorate.
Nel Balayage, l’applicazione del decolorante avviene “a stella”: la chioma viene suddivisa in cinque ciocche e il prodotto di applica con maggiore intensità agli estremi delle stesse. 

Lo shatush fai da te

Alcune donne più esperte realizzano lo Shatush comodamente da casa propria. 
Lo shatush fai-da-te è difficile ma non impossibile, una mano esperta potrebbe riuscirci anche su di sé.

In commercio è possibile trovare tutto il kit di ciò che serve ad un prezzo che varia da 15 ai 25€. 

I passi per lo shatush fai da te

  1. dividere la chioma in 4 parti uguali;
  2. cotonare le ciocche;
  3. applicare il prodotto sulla singola ciocca partendo dalla radice ed intensificando il colore sulle punte;
  4. rimanere in posa per il tempo desiderato*.
  5. sciacquare i capelli, lavare accuratamente ed asciugare con un asciugacapelli professionale che ci aiuterà a realizzare una piega duratura.

Il tempo di posa non è prestabilito, dipende dal risultato che vogliamo ottenere: se desideriamo schiarire i capelli di due o tre toni sarà necessario attendere 15 minuti ma se vogliamo ottenere una schiaritura di almeno quattro toni dovremmo attendere almeno mezz’ora. 

La shatush non consiste in una tecnica facile, è difficile farlo in casa, su se stesse. 

Per evitare uno shatush fatto male è sempre meglio affidarsi ad un professionista. 

I costi dello Shatush dal parrucchiere variano dagli 80€ ai 150€; affidarsi ad un professionista, però, è importante per un buon risultato e per una decolorazione capace di apparire naturale.

Condividi sui social

Lascia un commento